top of page
< Back
RT e ODS, ruolo e formazione all’interno della CUR Toscana

Alessio Lubrani

3314272549

· Il ruolo dell’ RT:

Il ruolo del referente turno, abbreviato in RT, è un ruolo fondamentale all’interno della centrale operativa, in quanto si occupa di garantire il regolare svolgimento delle attività della centrale operativa, ne monitora costantemente l’andamento ed è in grado di rapportarsi con i PSAP di secondo livello.

· La formazione:

Il referente turno ha seguito il solito iter formativo teorico-tecnico dei call taker NUE eccetto per alcuni aspetti, che vengono approfonditi con corsi specifici successivamente. Gli approfondimenti riguardano dunque corso di leadership, effettuato con psicologi che illustrano metodi di gestione del conflitto e di gestione del personale sul piano psicologico, formazione specifica per rapportarsi e cooperare con PSAP2 e formazione con metodo SISmax su maxi emergenze. A tal proposito l’RT è quindi formato per intercettare eventi che potrebbero portare ad un maxi evento ed ha la possibilità di effettuare un alert chiamato early warnig.

· Il ruolo dell’ODS:

L’operatore di supporto, abbreviato in ODS, è un ruolo chiave all’interno della centrale operativa, in quanto coopera in stretta sinergia con l’RT. Oltre a svolgere tutte le attività inerenti al ruolo di call taker, l’ODS è deputato all’inserimento di eventuali blocchi/avvisi in bacheca, inserimento di anagrafiche nel database NUE, monitora le chiamate con il software ECSFI e richiama quelle "non gestite" in caso di necessita (ad esempio in seguito ad iperafflusso), in assenza dell’RT ne fa le sue veci nel limite delle sue competenze, supportando gli operatori in difficoltà e rispondendo a eventuali chiamate dei PSAP2, comunicando che verranno richiamati non appena il referente sarà nuovamente disponibile. Fornisce ai PSAP2 solo le informazioni riportate nella scheda contatto, nel caso in cui la risposta sia “tempo dipendente”, ovvero necessaria alla pronta risoluzione di una questione urgente. In caso di blocco tecnico, supporta il referente di turno nella gestione operativa della sala, secondo IOP dedicate, che definiscono in maniera chiara per entrambi le procedure da attuare. L’ODS svolge attività di formazione e tutoraggio dei call taker neoassunti.

· La formazione:

L’ODS ha seguito il solito iter formativo teorico-tecnico dei call taker NUE. Le altre competenze vengono acquisite con formazione “on the job”, somministrata dagli RT, successivamente affiancati da call taker che hanno già acquisito il ruolo di ODS. Questo tipo di formazione permette di acquisire le competenze necessarie al ruolo direttamente sul campo, in ambiente protetto perché affiancati da colleghi esperti nella mansione.

· La disposizione in sala:

Le postazioni RT e ODS sono quattro. Due per RT e due per ODS. Questo favorisce l’ingresso dei colleghi montanti senza dover sganciare anticipatamente. Queste postazioni sono disposte frontalmente rispetto alle postazioni degli OT e permettono di avere una visione completa sulla sala. Un OT che necessita di supporto potrà farsi notare semplicemente alzando la mano. Questa disposizione semplifica anche la suddivisione degli OT in caso di blocco tecnico. La comunicazione tra RT e ODS è facilitata, ritrovandosi l’uno di fianco all’altro a poca distanza tra loro.

RT e ODS, ruolo e formazione all’interno della CUR Toscana

Poster

CUR112

bottom of page