top of page
< Back
Gestione preospedaliera del dolore post traumatico: lavori in corso

Daniele Barillari

3284079567

Introduzione

Nonostante negli ultimi 20 anni sia aumentato l’interesse per la gestione del dolore nei dipartimenti di emergenza urgenza e sul territorio, la realtà Europea e quella Italiana sono ancora molto disomogenee (1) per la mancanza di linee guida condivise e solidi protocolli operativi. In particolare traspare dalla letteratura (2,3) una scarsa attenzione al rilevamento del dolore ed un insufficiente ricorso ad analgesici maggiori, soprattutto per i medici dell’emergenza territoriale (MET).

In questo studio retrospettivo abbiamo valutato la realtà del centro sud Sardegna ed in particolare l’attitudine dei medici al rilevamento ed alla gestione del dolore post traumatico negli anni 2021 e 2022, dopo l’inizio di un percorso formativo specifico e la stesura di un protocollo dedicato.

 

Materiali e Metodi

Sono stati raccolti i dati relativi agli eventi traumatici (codici C01 gialli e rossi) delle 11 medicalizzate (MSA) afferenti alla CO118 di Cagliari e rapportati al numero di fiale di Ketorolac, Morfina, Fentanyl e Ketamina utilizzati negli anni 2021/22.

Sono state inoltre analizzate, a campione, 200 schede evento tra quelle selezionate, per identificare la corretta compilazione della scala NRS.

E’ stato inoltre effettuato un confronto tra i dati delle MSA e quelli dell’elicottero HEMS di Cagliari (EL3) nell’anno 2022.

 

Risultati

Il numero totale di eventi gestiti dalle MSA è sostanzialmente sovrapponibile negli anni analizzati (1011 nel 2021 vs 1035 nel 2022). Per il solo elicottero questi, nel 2022 sono stati 186. Il numero totale di fiale utilizzate nel 2021 vs 2022 è stato rispettivamente di 945 vs 902 per il Ketorolac; 232 vs 179 (p<0.05) per la Morfina; 198 vs 238 (p<0.05) per il Fentayl; 13 vs 35 (p<0.05) per la Ketamina. Nel solo anno 2022 il valore NRS era riportato, almeno una volta, in 45/200 schede evento (<23%). Infine, considerando le sole fiale di Fentanyl e Ketamina, il rapporto medio tra eventi e fiale utilizzate, per l’anno 2022, è stato di 4,2 per MSA vs 1,5 per EL3 (p<0.05).

Discussione e Conclusioni

 

Si conferma, anche per il nostro territorio, una scarsa attitudine al rilevamento ed alla trascrizione in cartella del valore di NRS, così come una maggior confidenza all’utilizzo di analgesici maggiori da parte dei medici anestesisti rispetto ai MET. Appare tuttavia incoraggiante il risultato ottenuto dopo un primo ciclo formativo e l’applicazione di un protocollo terapeutico, in considerazione della sensibile riduzione nell’utilizzo della morfina ed un più appropiato utilizzo di Fentanyl e Ketamina.

Il ricorso alla formazione ed a protocolli di facile applicazione sembrano essere pertanto una buona strategia per l’ottimizzazione della gestione del dolore in emergenza urgenza.

 

Bibliografia

1. EUSEUM European Society for Emergency Medicine “Guidelines for the management of acute pain in emergency situations” March 2020

2. Albrecht E et al. “Undertreatment of acute pain (oligoanalgesia) and medical practice variation in prehospital analgesia of adult trauma patients: a 10 yr retrospective study” Br J Anesth 2013, Jan; 110(1): 96-106

3. Mariangeli F et al “Acute pain and availability of analgesia in the prehospital emergency setting in Italy: a problem to be solved” Pain Pract 2009, Jul-Aug; 9(4): 282-288

 

 

Gestione preospedaliera del dolore post traumatico: lavori in corso

Orale

GP. Piras, M. Carta, L. Frau, G. Sparapani

CO118 Cagliari - AREUS

Dolore

bottom of page