top of page
< Back
Geolocalizzazione tramite le app di messaggistica istantanea, una risorsa per le centrali operative 118. L'esperienza di Treviso Emergenza

MATTIA PARTATA

3477493425

Introduzione

Nell'ultimo decennio l'uso degli smartphone e dei programmi di messaggistica istantanea si è notevolmente diffuso trovando applicazione anche nella realtà sanitaria.

Attualmente, Whatsapp Messenger® (gruppo Meta) è il sistema di messaggistica istantanea gratuito più diffuso al mondo con circa 3 miliardi di utenti attivi [1]. Nel mondo sanitario, il suo utilizzo, si è sviluppato negli ambiti della telemedicina e del teleconsulto [2,3,4]; inoltre, la pandemia Covid-19 ne ha agevolato la crescita e la diffusione.

Ad oggi, in letteratura non sono presenti articoli che riportano l'impiego di questa app nell'ambito delle centrali operative EMS. Dal 01/04/2021 l’U.O.C. Centrale Operativa S.U.E.M. 118 di Treviso ha integrato l'uso di Whatsapp Messenger® nelle procedure di call taking e dispatching.

Per la realizzazione di questo progetto la Centrale Operativa si è avvalsa di un dispositivo tablet con un numero istituzionale dedicato. Specificatamente, l’utilizzo dell'app è finalizzato alla ricerca della posizione del luogo dell'evento in assenza di informazioni chiare da parte dell'utente e per l'attivazione dei soccorsi in individui affetti da mutismo o sordità. In caso di incapacità o difficoltà nell'individuare il luogo dell'evento il personale di Centrale Operativa invia sul cellulare dell'utente, un messaggio che richiede la condivisione della posizione statica. Una volta condivisa, tramite l'app Google Maps® (Google LLC) è possibile individuare la posizione e ricavarne le coordinate GPS.

Il seguente elaborato si propone di effettuare un’indagine descrittiva delle localizzazioni gps eseguite tramite le app di messaggistica.

Materiali e Metodi

Lo studio osservazionale retrospettivo ha previsto l’estrapolazione delle richieste pervenute nella chat del numero istituzionale e la correlazione con i dati del database (Claris FileMaker Pro®) della Centrale Operativa S.U.E.M. 118 di Treviso inerenti al periodo compreso tra il 25 Aprile 2021 al 30 Novembre 2022.

Le variabili coinvolte nello studio sono: data e ora della richiesta, ricezione della risposta con la posizione allegata, comune in cui è stata localizzata la persona ed è occorso l’evento e tipologia di ambiente in cui è avvenuto il soccorso (urbano, impervio, autostrada).

Le analisi sono state svolto mediante l’impiego di Microsoft Excel ® (Microsoft Office®).

Risultati

Le richieste di condivisione della posizione effettuate dal personale di centrale operativa tramite l’app Whatsapp al 30/11/2022 sono state 200 (grafico 1). La posizione è stata condivisa dagli utenti 166 volte (83%). Nello specifico 86 richieste (52%) riguardavano soccorsi in ambiente urbano (abitazione, strada), 11(7%) in autostrada e 69 richieste (41%) in ambiente impervio (montano o difficilmente raggiungibile da mezzi su gomma), (Grafico 2). Per quanto riguarda i dati temporali si è notato un lieve incremento nell’uso dell’applicativo nell’anno 2022 (grafico 3) rispetto al precedente e le fasce orarie di maggior utilizzo risultano essere quelle diurne dalle 9.00 alle 18.00 (grafico 4).

Conclusioni

Le applicazioni di messaggistica istantanea appaiono un valido strumento per gli operatori della nostra centrale operativa. La loro integrazione con le procedure di call taking e dispatching è semplice e a basso impatto sia dal punto di vista di formazione, vista la conoscenza personale di questa app, sia dal punto di vista economico, soprattutto se tali app sono integrate nel programma di gestione della chiamata.

I più importanti limiti di questa metodica riguardano la presenza di rete dati sul luogo dell'evento e la dimestichezza dell'utente nell'uso dell'applicativo, che avviene in situazioni di alto carattere stressogeno.

Saranno necessari ulteriori studi per indagare se l'impiego di queste app potrebbe avere un impatto positivo su altri ambiti, ad esempio, la riduzione dei tempi del soccorso.

 

Geolocalizzazione tramite le app di messaggistica istantanea, una risorsa per le centrali operative 118. L'esperienza di Treviso Emergenza

Poster

A Graziano1; M Zagagnoni1;3 M Zanda2, S Polo1; A Chies1; SiOrazio1; MFerramosca1

1 Centrale Operativa Servizio Urgenza Emergenza Medica 118, Ospedale di Treviso - AULSS 2 Marca Trevigiana, Treviso

2 Scuola di Specializzazione in Medicina d’Emergenza e Urgenza – Dipartimento di Medicina, Università degli Studi di Padova, Padova

3 Scuola di Specializzazione in Anestesia Rianimazione Terapia intensiva e del dolore - Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Università degli studi di Torino

COEU118

bottom of page